Sorgenti del Fiume Tirino

Fiume navigabile e sponde percorribili tramite sentieri e carreggiate

La valle del fiume Tirino che va dal comune di Capestrano a quello di Bussi è un territorio che da tempo nasconde alcuni dei più importanti tesori storici e naturali d’Abruzzo.
Il nome deriva dal greco e significa tripla primavera, infatti il fiume è formato dalle tre diverse sorgenti che si uniscono: Lago, Presciano e Capo d’Acqua che formano l’omonimo lago nel Parco Nazionale del Gran Sasso.
Il Tirino è considerato il fiume più pulito d’Europa e sicuramente uno dei più belli. Le sorgenti si formano ai piedi del massiccio del Gran Sasso e poi il fiume scorre a valle per gettarsi, dopo appena 16 km, nel fiume Pescara.
Varie sfumature di verde e blu si mescolano per deliziare la vista, una miscela perfetta di vegetazione e acqua limpida permettono di vedere tutto sia sotto che sopra la superficie di questo fiume magico.
Un piccolo ponte ed un vecchio mulino ad acqua segnano il punto dove è possibile entrare in acqua con le canoe.
Le acque sono così colorate che nemmeno Photoshop può rendere le effettive tonalità di verdi e di azzurri che si mescolano in miliardi di sfumature !! Lungo il fiume ci sono diverse minuscole sorgenti che arrivano direttamente dal fondo arricchendo queste acque di minerali ed è proprio in queste zone che si formano le tipiche “polle” d’acqua, dando a queste aree senza vegetazione un colore turchese davvero impressionante.
Mescolato con questo turchese troviamo il verde brillante della vegetazione sottomarina ancorata al substrato e armoniosamente fluttuante nel torrente che dove l’acqua rallenta formano veri e propri tappeti verdi.
Affascinati da tutti questi colori, non è difficile vedere i pesci che popolano queste acque come la Trota Fario.
A causa della temperatura dell’acqua di sorgente, che si attesta durante tutto l’anno a circa 11 ° C, la trota Fario è l’unica specie di pesce endemico ad avervi fissa dimora.
Un altro abitante molto speciale del fiume è il Gambero di fiume (Astro potamobius pallipes), soprattutto perché è purtroppo molto raro e protetto dalle normative ambientali europee. Una volta molto abbondante lungo i nostri fiumi, ora la sua presenza è limitata a poche aree che sono diventate ZPS (zone di protezione speciale) per proteggere la loro riproduzione. La presenza dei gamberi di fiume è un cosiddetto bioindicatore ecologico a causa della sua sensibilità ai cambiamenti e all’inquinamento, quindi le aree in cui prospera possono dirsi molto sane.
Le rive sono decorate con enormi e ondeggianti sagome di salici bianchi secolari, imponenti pioppi neri, fitte canne paludose. Pagaiare in presenza di queste meravigliose piante, scivolare lentamente sull’acqua attraverso i rami di un albero gigantesco saranno solo alcune delle emozioni che il fiume Tirino porterà a coloro che lo esplorano.

Tags: , , , ,

Guarda le Webcam Live!

Filtro di Ricerca

  • Provincia


  • Categorie


  • #Tags





Contatta l’Inserzionista

*il tuo messaggio sarà inoltrato direttamente al titolare dell’l’inserzione











Dichiaro di aver letto ed accettato le Condizioni D’Uso di Discover Abruzzo
Dichiaro di aver letto ed accettato la Privacy Policy di Discover Abruzzo


Previsioni Meteo in Provincia AQ

Contenuto Bloccato
Consenti l'uso dei cookies cliccando su "Accetta" nel banner per sbloccare il contenuto