Liquori Tipici Abruzzesi: La Genziana

Quante cose belle posso raccontarvi del liquore di genziana!

L'Amaro Per Eccellenza

Quante cose belle posso raccontarvi del liquore di genziana! E’ bello, come potete vedere dal color ambra intenso che lo caratterizza, è buono, questo lo garantisco io e poi è un ottimo digestivo.
In Abruzzo quasi ogni famiglia ha la sua bottiglia di genziana come anche una di nocino, fatta in casa, di cui va particolarmente fiera!
E come potete immaginare diverse sono le scuole di pensiero che si scontrano: c’è chi la prepara con una soluzione idroalcoolica e chi preferisce la macerazione della radice nel vino. Tutti comunque concordano sulle proprietà digestive.. sopratutto dopo un barbecue con gli amici a base di arrosticini o un abbondante piatto di pasta casereccia!
Io, di seguito, vi riporto entrambe le ricette, perché in entrambi i casi si ottiene un ottimo liquore. Quello che vi consiglio è di evitare l’aggiunta di qualsiasi spezia (tipo cannella o chiodi di garofalo), la genziana ha un profumo talmente intenso ed inebriante che è un vero peccato alterarne l’aroma.

Cos'è la Genziana?

Ora qualche notizia: la genziana lutea nasce sulle pendici del Gran Sasso (ma anche in determinate aree delle Alpi e in altre zone dell’Appennino centrale).
Il fiore è giallo e la radice, ricca di principi amari, deve e essere raccolta nel periodo più idoneo, generalmente nella stagione autunnale.

Liquori Tipici Abruzzesi La Genziana

In Foto: La Genziana con il suo caratteristico colore ambrato.

A tal proposito, poichè ci sono tanti sconsiderati che raccolgono malamente la radice di genziana, mi sembra oppurtuno ricordare che:

    “essendo una pianta protetta dalla L. R. n. 45 del 11.09.1979 (tab. 1 all. A), la Genziana può essere raccolta, come cita l’art. 11 della legge stessa, previa autorizzazione da parte degli Ispettorati Dipartimentali delle Foreste solo “per scopi scientifici, didattici, medicamentosi ed erboristici, mediante rilascio di licenze temporanee, di durata non superiore ad un anno, rinnovabili, contenenti l’indicazione della località ove consentita la raccolta o l’estirpazione della specie, della finalità della raccolta e della quantità consentita e delle modalità per provvedervi,…”.

A questo punto vi starete chiedendo: “e dove trovo io la radice di genziana?!” Semplice in drogheria o in erboristeria!

La Ricetta

LIQUORE DI GENZIANA CON VINO E ALCOOL
Ingredienti:

  • 40 g di radice di genziana
  • 1 l di vino bianco “verdicchio”
  • 300 g di zucchero
    300 g di alcool a 90°

Preparazione:

Mettere in infusione per almeno 40 giorni (io un paio di mesi) le radici di genziana con il vino, in luogo lontano da fonti luminose. Trascorso questo tempo sciogliere lo zucchero nell’alcool, mescolare bene e unirlo al vino. Infine filtrare con colino a rete fitta. Dopo un paio di giorni il liquore di genziana è pronto per essere imbottigliato e servito.

VERSIONE SOLO CON L’ALCOOL
Ingredienti:

  • 50 g di radice di genziana
  • 1/2 l di alcool a 90°
  • 1/2 l d’acqua
  • 300 g di zucchero

Preparazione:

In questo caso si mette a macerare la radice di genziana nell’alcool per almeno 40 giorni. Dopo questo periodo si prepara lo sciroppo facendo sciogliere lo zucchero nell’acqua su fuoco basso e una volta raffreddato si unisce all’alcool. Mescolare bene, filtrare e imbottigliare. In questo caso si mette a macerare la radice di genziana nell’alcool per almeno 40 giorni. Dopo questo periodo si prepara lo sciroppo facendo sciogliere lo zucchero nell’acqua su fuoco basso e una volta raffreddato si unisce all’alcool. Mescolare bene, filtrare e imbottigliare.

Collaboriamo Con:

`banner Essenzadivaniglia Blog Discover Abruzzo