I Big Five d’Abruzzo

In questa regione troviamo i cinque grandi animali simbolo d’Abruzzo: L'Orso Marsicano,il Camoscio, il Lupo, il Cervo e l'Aquila Reale!

I BIG FIVE ABRUZZESI

Questa strana terminologia è usata soprattutto nei grandi jeep-safari del continente africano durante i quali fotografi, turisti ed appassionati si fanno accompagnare dalle guide più esperte del luogo alla ricerca degli animali simbolo del continente nero. Tutto questo per poter dire di aver avvistato e collezionare tra le loro fotografie animali come il leone, l’elefante, il ghepardo e via dicendo. Inutile dire che in Abruzzo non ci sono leoni!
Ma a testimonianza e simbolo della vera Natura e della wilderness che regnano in questa regione troviamo i cinque grandi animali simbolo d’Abruzzo. Purtroppo tra questi non viene annoverata la Lince che ultimamente sta recuperando terreno sulle alpi orientali ma che in appennino è ormai estinta da molti decenni.

L'Orso Bruno Marsicano

L’Ursus Arctos marsicanus è il piu grande carnivoro delle nostre foreste e si distingue da quello del centro europa. Il nostro amato plantigrado è una specie considerata ad alto rischio di estinzione, infatti il numero di esemplari presenti nelle foreste dell ‘Appennino centrale è stimata intorno a 45-55 individui.
Camminare in una foresta nei territori dell’orso fa percepire davvero che quello è un ambiente sano e vitale, dove tutto è al proprio posto da millenni e fa sentire come ospiti in un luogo che appartiene alla natura. Capita di aspettare a lungo in quota, attardandosi al tramonto dopo un trekking, nella speranza di vedere la grossa e scura sagoma dell’orso sbucare come per magia dalla foresta..molte volte invano. Lunghi appostamenti infruttuosi trascorsi al freddo e in posizioni scomode al limite della sopportazione, facendosi prendere dalla rabbia e dall’incertezza senza capire se posto e periodo sono quelli giusti o se si è fatto troppo rumore.
Ma all’improvviso capiterà l’incontro tanto agognato, ed allora tutte le fatiche e le delusioni saranno ripagate con la piu bella delle visioni: una grossa ombra esce dal profondo della faggeta, sovrastata dai toni rossi della volta arborea. In un attimo un brivido corre dietro la schiena.
Il grande orso bruno è li davanti a qualche decina di metri. D’un tratto il timore reverenziale verso questa bestia possente lascia spazio alla meraviglia!

Wildlife Orsomarsicano Discover Abruzzo Nature Ours 6
Wildlife Orsomarsicano Discover Abruzzo Nature Ours 2

In Foto: Un possete esemplare maschio di Orso Bruno Marsicano ossera incuriosito l’obbiettivo del fotografo.

Il Camoscio d'Abruzzo

La Rupicapra pyrenaica ornata è una specie che più volte è stata sull’orlo dell’estinzione e che ancora oggi non si può dire completamente fuori pericolo. Il meraviglioso e regale manto invernale ha reso famosa questa sottospecie in tutto il mondo facendole guadagnare il fregio di “camoscio piu bello del mondo”. L’esperienza di passare alcuni momenti sulle montagne abruzzesi condividendo gli splendidi paesaggi dei parchi naturali con questi magnifici animali è davvero impagabile.
La loro indole il più delle volte mansueta e curiosa, unita alle loro straordinarie doti funamboliche contribuiranno a sbalordire l’osservatore attento. Ricordando sempre che i camosci sono animali selvatici e per questo imprevedibili fornitevi di teleobiettivo e/o binocolo e andate alla sua ricerca.
Camminando tra le creste dell’appennino vi potrà capitare di scorgere una testa osservarvi con fare curioso tra le ripide rocce sopra di voi, dove si rifugia in posizione predominante rispetto all’elemento di disturbo, in questo caso voi. Potrete osservare e toccare con mano il motivo per cui è ritenuto “amico” dei fotografi, il suo essere quasi vanitoso e mettersi in posa per la macchina fotografica vi potrà regalare scatti e ricordi magnifici.

Wildlife Camosciod'abruzzo Discover Abruzzo Nature 7
Wildlife Camosciod'abruzzo Discover Abruzzo Nature 2

In Foto: Giovani dell’anno e alcuni adulti tra le affilate rocce calcaree del massicio del monte Sirente.

Il Cervo nobile

Il Cervus Elaphus è il più grande erbivoro delle nostre foreste e grazie ai suoi possenti palchi (erroneamente definiti corna) suscita in tutti un’immagine di fierezza e forza. Proprio queste doti si manifestano all’inizio dell’autunno in uno dei maggiori spettacoli naturalistici a cui si può assistere in Abruzzo: il Bramito, ovvero la stagione degli amori per questo animale.
Agli inizi di settembre quando le calde giornate estive lasciano il posto alle nebbiose mattine autunnali, nelle foreste dell’appennino abruzzese si respira un’aria insolita e selvaggia. Ai colori del bosco che si tingono d’autunno si aggiungono in lontananza dei possenti richiami.
Il Re della foresta lascia le profonde vallate boscose, sospinto dall’eccitazione per salire nelle cosidette “arene di bramito” in alta quota, dove tutti i maschi piu possenti si sfidano per creare e difendere il proprio harem dagli altri contendenti. I grandi maschi, per affermare la propria supremazia si lanciano in combattimenti che possono essere cruenti a tal punto da procurare ai contendenti ferite gravi ed a volte rivelarsi addirittura mortali. Non si può rimanere che affascinati da questo “rituale” antico e selvaggio.
Le altre mille forme di vita che vengono risvegliate da queste antiche grida e tutte le mille sfumature dei parchi naturali abruzzesi vi faranno innamorare di questo periodo, questo è garantito!

Wildlife Bramito Discover Abruzzo Cervonobile Nature 3
Wildlife Bramito Discover Abruzzo Cervonobile Nature 1

In Foto: Cervi maschi al guado e in una radura del Parco Nazionale d’Abruzzo.

Il Lupo appenninico

Il Canis Lupus italicus è il simbolo della wilderness, nonchè della forza e resistenza della natura.
Il grande spirito di addattamento gli ha permesso di sopravvivere e resistere all’assalto dell’uomo che sempre piu gli ha sottratto prede ed habitat. Nei recessi più nascosti delle antiche foreste dell’Appennino Centrale il lupo appenninico ha resistito, si è rafforzato e, silenziosamente, ha riconquistato il suo Regno.
Oltre ad essere estremamente affascinante per le sue abilità di caccia, per i comportamenti gerarchici all’interno del branco ed per la sua dote innata di compiere viaggi straordinariamente lunghi è un animale regolatore e il suo ruolo nella catena alimentare garantisce a tutto l’ecosistema perfetta salute. E’ stato studiato come la presenza del lupo favorisca il recupero di tutto il sistema naturale, infatti contenendo il numero di erbivori ristabilisce la salute generale delle mandrie e indirettamente protegge le praterie, la vegetazione ed i fiumi.
La sua fama, il suo talento incomparabile e la sua elusività ne fanno lo spettro delle foreste. Il solo fatto di sapere che è presente in un dato territorio ci garantisce l’ottima salute di quest’ultimo oltre a restituire il proprio fascino ancestrale alla foresta. La cosa più bella è camminare in una vallata incontaminata e sapere sempre che c’è qualcosa che vi osserva, perchè essa è viva, pulsante, ed è il regno del lupo!

lupo-opi-immagini-discover
Wildlife Lupo Discover Abruzzo Wolf Appennino Nature 4

In Foto: Spettacolare esemplare di lupo che osserva in lontananza il fotografo e poi si allontana tra l’erba alta.

L'Aquila reale

L’Aquila Chrisaetos è il più grande rapace che vive in Italia, ad eccezione del solo Grifone. Regina incontrastata dei cieli, è presente in tutti i grandi parchi abruzzesi: dal Parco Nazionale del GranSasso a quello d’Abruzzo, passando dalla Majella fino al Velino-Sirente. Questo magnifico rapace in genere nidifica e stazione sulle grandi pareti di roccia in quota che gli garantiscono protezione per il nido e ottima visuale sulle vallate adiacenti.
Osservare il volo di un aquila reale può essere uno dei momenti piu indimenticabili di un’intera vacanza o di una escursione. Il suo veleggiare tra le correnti d’aria, apparentemente senza alcuno sforzo nè fatica, suscita nell’osservatore un sentimento di libertà e leggerezza, mentre osservare la regina dei cieli in caccia può dare tra le emozioni più forti che il mondo naturale sa offrire.
Che sia un agguato, sfruttando le alte nebbie per celarsi alla vista degli ignari camosci fino all’ultimo fatale momento, o che sia una picchiata a velocità folle su una piccola preda nella prateria, non possiamo che convenire sul fatto che questo rapace sia una macchina perfetta: vista eccellente, straordinarie capacità di sfruttare le correnti, la sua aerodinamica e gli artigli affilati.

Non vi resta che preparare i binocoli e scegliere la vostra guida!

Wildlife Discover Abruzzo Aquilareale Goldeneagle Aquila

In Foto: la maestositá e fierezza del volo planato dell’Aquila reale simbolo della cittá di L’Aquila.

Translate This Page

Cerca Articolo